3.

Psicoterapia Familiare

La Terapia Familiare ha l'obiettivo di individuare, attivare e potenziare le risorse della famiglia attraverso incontri in cui sono coinvolti tutti i suoi componenti. L'obiettivo è diminuire fino a dissipare lo stato di sofferenza della famiglia ponendo l'attenzione sulle dinamiche familiari nelle aree principali del ciclo di vita. Il disagio che la famiglia porta in terapia viene quindi contestualizzato e compreso, valutando la situazione sotto diversi aspetti: le relazioni che in essa intercorrono, la sua storia evolutiva, la fase che sta attraversando, le storie personali dei suoi componenti e delle famiglie d’origine.

In Terapia Familiare ad orientamento Sistemico-Relazionale sono invitati a partecipare alla seduta tutti i membri della famiglia. Solitamente viene convocato il nucleo convivente ma nell’arco del processo di terapia è possibile estendere l’invito ad ulteriori figure importanti per la famiglia  Le sedute possono coinvolgere l’intero nucleo familiare, o soltanto la coppia, oppure soltanto i figli o altri sotto-sistemi familiari, o ancora alcuni membri delle famiglie estese. Il tipo di convocazione dipende dalle fasi e dagli obiettivi della terapia.

Prima di iniziare la terapia sono necessari alcuni incontri di consultazione, allo scopo di definire la richiesta dalla famiglia. Il percorso  prevede in genere sedute a cadenza mensile, della durata di 1 ora e mezza ciascuna. Al termine della fase di consulenza, il terapeuta e la famiglia giungono alla definizione di un progetto terapeutico condiviso.