4.

Psicoterapia di gruppo

 Il terapeuta propone di partecipare al gruppo a persone che ritiene possano beneficiare di questo intervento e che possano influire positivamente sulle dinamiche del gruppo. L’obiettivo della psicoterapia di gruppo è aiutare a risolvere le difficoltà emotive ed incoraggiare lo sviluppo personale dei partecipanti al gruppo.

I partecipanti al gruppo possono condividere con gli altri delle situazioni personali che stanno vivendo. Possono confrontarsi  su eventi occorsi nella settimana, sui riscontri ottenuti rispetto a questi accadimenti, sui problemi affrontati, etc. possono condividere le loro sensazioni e i loro sentimenti rispetto a quanto avvenuto in precedenti sedute di gruppo, e possono comprendere o ricollegarsi a punti espressi da altri membri o alle parole del terapeuta. I partecipanti possono reagire alle parole espresse da altri, dando dei feedback, incoraggiando, dando supporto o criticando chi sta parlando, o condividendo i loro pensieri e sentimenti emersi in seguito alle parole dette.

Gli argomenti delle sedute non sono preordinati ma sono frutto della spontanea interazione dal gruppo. Il gruppo serve a non fare sentire le persone sole nell' affrontare il loro problema e a fare comprendere loro che ci sono altri che possono sentirsi allo stesso modo; attraverso l'interazione, possono supportarsi reciprocamente in momenti difficili, sentendosi al contempo sostenuti dal gruppo ma anche risorse per altri. 

Il riscontro che ogni partecipante ottiene dagli altri sul suo atteggiamento in gruppo può aiutare a renderlo consapevole di alcuni suoi schemi di comportamento disadattativi, può aiutare a fargli cambiare punto di vista ed aiutarlo ad adottare delle risposte più costruttive ed efficaci. Il gruppo può trasformarsi in una palestra per sperimentare nuovi comportamenti relazionali.

Spesso le persone incontrate nel gruppo ricordano al partecipante persone della storia con cui ha riscontrato delle difficoltà. La terapia di gruppo offre la concreta opportunità di elaborare queste situazioni e sperimentare nuove modalità relazionali che attivino una risposta più adeguata alle esigenze della persona.